Ultima modifica: 4 Gennaio 2015

Cannolo messinese

Dolce titpico siciliano

   Invia in PDF   

foto cannoliI cannoli

sono una delle specialità più conosciute della pasticceria siciliana. In origine venivano preparati in occasione del carnevale; col passare del tempo la preparazione ha perso il suo carattere di occasionalità ed ha conosciuto una notevolissima diffusione sul territorio nazionale, divenendo in breve un rinomato esempio dell’arte pasticciera italiana nel mondo.

Il cannolo, si compone di una cialda di pasta fritta (detta scòrza e lunga da 15 a 20 cm con un diametro di 4–5 cm) ed un ripieno a base di ricotta di pecora. Per la scorza, si formano piccoli dischi di pasta che vengono arrotolati su piccoli tubi di metallo e poi fritti, tradizionalmente nello strutto, oggi anche in grassi meno costosi.

L’orgine del cannolo è sicuramente lontana nel tempo. Nel 70 a.C. Cicerone all’epoca della sua permanenza in Sicilia come questore, parlava di un dolce simile al cannolo odierno: “Tubus farinarius, dulcissimo, edulio ex lacte factus”, (tubo farinaceo ripieno di latte per un dolcissimo cibo).

In realtà il riferimento del nome è legato alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione. Quel che è certo è che il dolce fu inventato in tempi remoti per festeggiare il carnevale.

– Ingredienti –

Farina “00” 1 Kg, vino liquoroso (Marsala secco) 150 Ml, strutto a temperatura amb. 120 gr., zucchero semolato 150 gr., tuorli 160 gr., vanillina 1 gr., succo o scorza di limone N° 1

– Preparazione –

Con gli ingredienti impastare una sfoglia ben soda, che deve essere messa a riposare al fresco per 20 minuti.

Stendere uno strato sottile di pasta (1 mm circa) e tagliare delle forme rotonde di 10-12 cm usando una rotella. Nel centro dei pezzi mettere la cannula d’acciaio e incollare i lembi aiutandosi con una spennellatura di albume sbattuto.

Friggere subito in olio di girasole a 180° c, facendo cuocere da entrambi i lati.

Scolare per bene, fare raffreddare ed estrarre la cannula.

Riempire i cannoli con la ricotta – ben setacciata – zuccherata. Guarnire con nocciole sbriciolate; spolverare bene con zucchero a velo